PRESTITO PERSONALE

è un finanziamento di una somma di denaro, da parte di una banca o di un istituto di credito, ad un tasso d’interesse solitamente fisso, che il debitore deve restituire secondo un piano rateale costante.

E’ possibile definire il prestito personale come un finanziamento senza obbligo di destinazione rivolto a quelle persone fisiche, che necessitando di liquidità possono richiedere del denaro agli istituti senza dover dare spiegazioni sullo scopo dello stanziamento economico.

In linea di massima è possibile richiedere un prestito da 1.500,00 euro a 30.000,00 euro. La durata del finanziamento varia dai 3 ai 10 anni.

LA CESSIONE DEL QUINTO

È un particolare tipo di prestito personale previsto in Italia, da estinguersi con cessione di quote dello stipendio o salario fino al quinto dell’ammontare dello stesso valutato al netto di ritenute.

Grazie alla formula “cessione del quinto” il lavoratore può stare tranquillo, in quanto il debito contratto viene pagato direttamente dal suo datore di lavoro che, dopo essersi assunto la responsabilità del pagamento, si preoccupa di effettuare i rimborsi con puntualità trattenendo la somma direttamente dalla busta paga del dipendente.

E’ facilmente intuibile che, come definito dallo stesso nome della legge, l’importo massimo della rata del piano di ammortamento non possa superare la quota di un quinto dello stipendio percepito dal debitore.

MUTUO

È un prestito con garanzia immobiliare , questa formula ci consente di  ottenere dai 50.000 € fino a 500.000 € ad un tasso vantaggioso rispetto agli altri prodotti di credito in virtù della garanzia prestata.

Il contratto di mutuo vede coinvolti due soggetti : 1) Il Mutuante à Colui che presta (es. Banca) / 2) Il Mutuatario à Colui che riceve e deve restituire (es. Cliente)

Il mutuo quindi consiste nello scambio di denaro dal mutuante al mutuatario, e quest’ultimo si impegna nella restituzione dello stesso in uno spazio temporale che va da 5 a 30 anni.